23 Luglio 2020 Giudiziaria

NON FU OMICIDIO COLPOSO. ASSOLTO CARDIOCHIRURGO PATANE’

La Corte d’appello ha assolto il cardiochirurgo dell’ospedale Papardo Francesco Patanè, con la formula “perchè il fatto non sussiste”. Deciso dal’avvocato Salvatore Papa, il medico era stato condannato dal giudice Massimiliano Micali a un anno (pena sospesa) per omicidio colposo, in relazione ad una vicenda sanitaria avvenuta nel dicembre 2012: il decesso della 79enne Maria Camelia, originaria di Antillo, paziente che “da tempo soffriva di insufficienza renale ed era affetta da diabete mellito”, la quale dopo essere stata sottoposta ad un intervento per la sostituzione della valvola aortica nel novembre del 2012, morì il successivo 4 dicembre per ‘shock emorragico’. Il giudice aver anche stabilito il risarcimento in sede civile per i familiari della fortunata donna, difesi dall’avvocato Fabio Mirenzio.