Torna “Corto di Sera”, tutte le novità della nona edizione del Festival

23 Luglio 2020 Culture

«Distinguere il distanziamento fisico da quello sociale per rinsaldare il rapporto tra l’arte e la libertà di movimento, nella convinzione che le comunità hanno bisogno di contatto e vicinanza. Nel pieno rispetto del protocollo di sicurezza anti contagio». Con queste convinzioni torna, per il nono anno consecutivo, Corto di Sera, il Festival dedicato al corto cinematografico divenuto negli anni punto di riferimento per appassionati ed esperti del mondo del cinema indipendente ed emergente. Un’edizione particolare, questa del 2020, che sente forte l’esigenza di rispondere concretamente a quell’ansia di incontro, particolarmente diffusa in questo periodo. Ecco dunque che il programma di Corto di Sera si allarga, dando vita a CortoEspanso, una due giorni di eventi speciali che andranno in scena l’1 e il 2 agosto, e che faranno da apripista al concorso vero e proprio che si svolgerà dal 5 all’8 agosto.

Ad inaugurare la due giorni di CortoEspanso sarà la performance del gruppo dei Trrmà, il duo elettro-acustico strumentale composto da Giovanni Todisco (batteria e percussioni) e Giuseppe Candiano (sintetizzatori modulari). Uno spettacolo che si presenta come un’esperienza singolare sia dal punto di vista sonoro che visivo. Domenica 2 agosto è il giorno della proiezione del film documentario finalista ai Nastri d’Argento 2020 “A prescindere…Antonio De Curtis” per la regia di Gaetano Di Lorenzo e prodotto dall’Associazione Culturale Arknoah con il contributo della Sicilia Film Commission. L’opera è un ritratto inedito del grande Totò, dagli esordi teatrali fino ai problemi con la vista che lo costrinsero ad abbandonare il palcoscenico. Le musiche del film sono di Giovanni Renzo e il montaggio di Pietro Vaglica, mentre la produzione è stata curata da Francesco Torre.

Come ogni anno, all’interno del Festival sarà presente un videocontest dedicato ad un argomento o genere cinematografico specifico. Il concorso di questa edizione è denominato “MovieBook”, ed è aperto a tutti i cortometraggi ispirati a testi letterari, scrittori, correnti letterarie, o che abbiano qualsiasi riferimento al mondo letterario. Il concorso, realizzato in collaborazione con la Mondadori Bookstore di Messina, intende focalizzare l’attenzione sul mondo del cortometraggio quale strumento di promozione culturale. Anche quest’anno l’evento si svolgerà nella prestigiosa cornice della piazza Badia della Chiesa dei S.S. Pietro e Paolo di Itala. Ed è proprio la chiesa, autentico gioiello di architettura Arabo Normanna, la protagonista assoluta del nuovo teaser realizzato dallo staff del Festival con la collaborazione della “Noam-Strutture Creative” e le musiche dei Trrmà.

Il Festival Corto di Sera è realizzato grazie al sostegno della Regione Siciliana, Assessorato Turismo Sport e Spettacolo, Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, nell’ambito del progetto Sensi Contemporanei. La manifestazione può contare sul patrocinio gratuito del Comune di Itala e sul sostegno di padre Salvatore Orlando. Il Festival si avvale inoltre del lavoro volontario dei soci della locale Pro Loco “Giovannello da Itala”.L’Associazione organizzatrice svolge la propria attività anche durante l’anno sostenendo iniziative di promozione cinematografica in collaborazione con altri partner quali Zalab, Cinit , il Cineforum Don Orione e la Messina Film Commission. La programmazione di questa nona edizione prosegue dunque idealmente gli obiettivi che da sempre caratterizzano la natura di un Festival che vuole essere partecipativo e che fa della rete di partenariato tra le diverse associazioni di settore, il proprio punto di forza. L’ingresso per tutte le serate sarà gratuito ma contingentato dalle regole del distanziamento e nel rispetto delle norme anti Covid vigenti.

Per info www.cortodisera.it – cortodisera@gmail.com

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione