Villafranca, aggredito autista dell’Ast. La denuncia di Ugl

7 Agosto 2020 Cronaca di Messina

“Ieri, a Villafranca, si è verificata l’ennesima aggressione ad un’autista in servizio. L’ennesimo episodio spiacevole che evidenzia il rischio che i dipendenti alla guida dei bus corrono ogni giorno”. Così il segretario regionale della federazione Auto Ferrotranviere di Ugl Sicilia, Pippo Scannella, e il segretario provinciale di Ugl Messina, Tonino Sciotto, denunciano l’incresciosa vicenda che ha visto coinvolto un autista dell’Azienda Siciliana Trasporti.

“L’uomo è stato aggredito per non essersi fermato alla fermata indicata dal passeggero, in quanto non c’era la segnaletica che indica la possibilità di far scendere gli utenti. Il passeggero, preso dalla collera, lo ha così picchiato, causando ferite guaribili in 6 giorni secondo la prognosi. Per fortuna lì vicino c’era una pattuglia della Polizia che è riuscita a fermare l’uomo. Il dipendente Ast oggi andrà a raccontare tutto in Caserma e a sporre denuncia”, raccontano i segretari di Ugl.

“Mostriamo la nostra solidarietà all’autista e condanniamo questo e tutti i gesti simili che, purtroppo, continuano a verificarsi. Proprio per questo chiediamo alla Prefettura e alle Forze dell’Ordine maggiori tutele per questi lavoratori”, dichiarano in una nota congiunta Pippo Scannella e Tonino Sciotto.

“Allo stesso tempo, non possiamo non notare che parte della responsabilità è della stessa Azienda Siciliana Trasporti, più volte sollecitata ad installare la segnaletica che indica le fermate. Che questa sia la volta buona che comprenda l’importanza, per utenti e autisti, di una maggiore chiarezza nell’espletamento del servizio”, concludono il segretario regionale della federazione Auto Ferrotranviere di Ugl Sicilia e il segretario provinciale di Ugl Messina.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione