SEBASTIANO ARDITA: QUESTI SORRISI MERITANO RISPETTO

13 Agosto 2020 Cronaca di Messina

Il magistrato Sebastiano Ardita, con un breve post su Facebook, è intervenuto sulla scomparsa di Viviana e di Gioele chiedendo rispetto per i prota di questa triste storia che ha attirato la curiosità morbosa dei media nazionali.

“Da qualche giorno assistiamo alla pubblicazione delle foto di questa giovane mamma Viviana, rinvenuta morta a pochi metri dall’autovettura nel territorio di Caronia, e del suo figlioletto Gioele di cui si sono perse le tracce e che è tuttora disperso.

Secondo le prime riscostruzioni poco dopo essere rientrata in autostrada, intorno alle 11 del mattino, l’autovettura si cui viaggiavano mamma e figlio ha tamponato un furgoncino all’interno di una galleria, al km 117. A quel punto la donna sarebbe scesa dall’auto, allontanandosi col bambino in braccio. Alcuni testimoni hanno riferito di averla vista scavalcare il guard rail nella zona di sosta poco dopo la galleria dove qualcuno si è fermato. Speriamo sia ancora possibile ritrovare vivo il ragazzino, è questo l’augurio che tutti formuliamo.
Ma intanto rimane l’amarezza per una giovane mamma che ha messo fine alla sua esistenza e l’angoscia per la sorte del ragazzino. Quale che sarà l’esito finale di questa vicenda – che è già oggi tragico anche se ancora necessariamente incerto – , questi visi, questi sorrisi, meritano il rispetto di tutti, nella speranza che mai queste tragedie debbano ripetersi. È il momento del raccoglimento e della preghiera, non della curiosità”.

 

Le ricerche 

Anche oggi i Vigili del fuoco, assieme alle altre forze dell’ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di finanza, Corpo Forestale, volontari della Protezione civile, e volontari di varie associazioni locali) hanno continuato senza sosta le ricerche del piccolo Gioele, scomparso il 3 agosto con la madre. Ancora nessuna traccia nonostante il grande spiegamento di uomini coordinato secondo il piano provinciale prefettizio messo in atto per le persone scomparse, le squadre che sono state inviate sul territorio hanno setacciato diverse zone assegnate, per un tot di circa 30 ettari. Sempre in data odierna è stata inviata la squadra del distaccamento di Sant’Agata di Militello in supporto alla Polizia per la scerbatura della zona del ritrovamento del cadavere, le squadre VF impegnate nelle ricerche sono composte da Cinofili, TAS 1 e S.A.P.R..
Dall’inizio delle ricerche sono state controllate un tot.di circa 480 ettari.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione