Campo da Basket nella zona falcata, giovedì l’inaugurazione

1 Settembre 2020 Sport
Sarà inaugurato giovedì 3 settembre alle ore 18,30 il playground pubblico intitolato a George Floyd per volontà di Renato Accorinti, che ha destinato alla realizzazione del campo parte della differenza tra l’indennità di sindaco e lo stipendio di professore maturata in cinque anni. “Un messaggio estremamente chiaro, contro il razzismo e per i diritti, che ha nello sport il veicolo ideale come ha dimostrato, per esempio, la recente protesta dei giocatori di basket della NBA che hanno boicottato per protesta alcune partite di playoff”, si legge in una nota.

Il playground è stato realizzato nella zona falcata di Messina in via San Raineri, nell’area antistante la base della Marina Militare (data in concessione dall’autorità Portuale), e affidato alla società Amatori Basket, che ha partecipato attivamente con i suoi tesserati alla realizzazione del campo. L’impianto è recintato, illuminato e videosorvegliato per consentire ai cittadini la fruizione nella massima sicurezza.

Nel rispetto delle normative per il contenimento del contagio da Covid-19, potrà assistere all’inaugurazione un massimo di 100 persone ed è obbligatorio l’uso delle mascherine.
L’evento sarà trasmesso in streaming sulla pagina Facebook  https://www.facebook.com/RenatoAccorinti/.

Per lo stesso motivo, al termine della presentazione non si svolgerà la programmata partita di basket tra giocatori di tante nazionalità diverse, che è stata rinviata alla prima data utile quando le restrizioni lo consentiranno. Il campo sarà comunque aperto al pubblico e fruibile da chiunque, nel rispetto delle regole che saranno affisse, subito dopo la cerimonia di inaugurazione.

“Come si ricorderà, nelle scorse settimane i murales del campo, opera di un artista messinese, erano state deturpate da scritte a sfondo razzista. Per scelta di Renato Accorinti le scritte non sono state cancellate perché il pericolo di rigurgiti di intolleranza e razzismo non va trascurato, specie in questa fase storica in cui appare così vicino e strisciante. Quando, appena possibile, si svolgerà la partita “inaugurale”, le scritte saranno cancellate e i murales restaurati e completati”, conclude la nota.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione