Patti: si insedia il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri

18 Settembre 2020 Cronaca di Messina

Ieri 17 settembre 2020 si è insediato al comando della Compagnia Carabinieri di Patti, il Tenente Colonnello Salvatore Pascariello che succede al Capitano Marcello Pezzi, destinato, dopo quattro anni, al comando della Compagnia Carabinieri di Pomezia, alle porte della capitale. 

Il Tenente Colonnello Salvatore Pascariello, nell’Arma dal 1992, da Ufficiale ha frequentato il corso Applicativo presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. Laureato in Scienze della sicurezza interna ed esterna e Scienze dell’amministrazione, ha frequentato il corso di Analisi Criminale e quello per Responsabili di Unità Antidroga e nel 2019 ha ricevuto la nomina di Cavaliere della Repubblica Italiana.

L’ufficiale, 48enne, originario della provincia di Caserta, proviene dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia dove, per oltre cinque anni, ha ricoperto l’incarico di comandante. Tra le diverse, articolate indagini condotte si ricorda quella convenzionalmente denominata “Domitia 2012”, conclusa nel mese di ottobre 2019, che ha consentito di disarticolare un’associazione composta da cittadini tanzaniani e burundesi, finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, con l’arresto di 19 soggetti ed il sequestro di oltre 250 chilogrammi di sostanza stupefacente, prevalentemente del tipo eroina. Nell’arco della sua esperienza professionale, il Tenente Colonnello Pascariello ha retto per oltre sei anni il comando del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Giovanni Valdarno (AR) e, congiuntamente, per poco meno di due anni, il comando della medesima Compagnia Carabinieri, ed in seguito è stato comandante della 2^ Sezione del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Ostia (Roma).

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione