CHIESA, NUOVE NOMINE: Ad Alì e Alì Terme arriva come vicario padre Manuli, don Pistorino va a Scaletta, padre Kunangidi a Tripi, a Provinciale nominato vicario Gaetano Noto

21 Settembre 2020 Politica

Nuove nomine con conseguenti partenze e arrivi di sacerdoti nell’arcidiocesi di Messina. L’arcivescovo, mons. Giovanni Accolla, le ha ufficializzate ieri.

  • Padre Gaetano Noto è sato nominato vicario parrocchiale della parrocchia S. Maria di Gesù inferiore a Provinciale (Messina).
  • Padre Salvatore Alessandrà, cappellano della Chiesa dello Spirito Santo (Messina).
  • Padre Gianfranco Pistorino lascia le parrocchie di Alì e Alì Terme (dove era vicario) in virtù della nomina quale amministratore parrocchiale della parrocchia S. Maria del Carmelo e San Nicolò a Scaletta Zanclea. L’ormai ex titolare di quest’ultima parrocchia, padre Jean Claude Kunangidi, è stato nominato amministratore parrocchiale della parrocchia S. Vincenzo Martire e S. Maria del Rosario di Tripi. Ed anche amministratore parrocchiale della parrocchia S. Gaetano di Camporeale e rettore della Chiesa ex conventuale S. Maria del Carmelo a Casale, sempre a Tripi.
  • Quale vicario nelle parrocchie di Alì ed Alì Terme, di S. Agata e S. Rocco (rette da padre Vincenzo D’Arrigo) arriva padre Domenico Manuli (nella foto).
  • Infine padre Carmelo Umana è stato nominato rettore della Chiesa di S. Michele Arcangelo di Barcellona Pozzo di Gotto.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione