Caronte & Tourist. Dal 1° ottobre 2020 chiude la biglietteria nel porto di Villa San Giovanni

22 Settembre 2020 Cronaca di Messina

Da giovedì 1° ottobre 2020 chiude la biglietteria nel porto di Villa San Giovanni.

Caronte & Tourist ne aveva da tempo avviato la graduale dismissione, dopo che erano state osservate sul campo alcune criticità che si sono rivelate irrisolvibili malgrado il tempo e l’impegno.

 

“Si tratta di una decisione lungamente meditata ma resasi inevitabile, anche alla luce delle perplessità più volte espresse dalle amministrazioni locali, che di questo impianto da tempo richiedevano la disattivazione, per ragioni legate alla viabilità cittadina” – si legge in una nota diffusa da C&T.

 

Dal 1° ottobre tutto cambia. La vecchia biglietteria nel porto funzionerà quasi esclusivamente come un InfoPoint, presidiato h24, ove ricevere informazioni e assistenza.

Rimarrà per i passeggeri senza veicolo al seguito la possibilità di acquistare il proprio biglietto pedonale mentre, per ragioni di natura logistica, i residenti a Villa San Giovanni potranno acquistare eccezionalmente anche titoli di viaggio per passeggeri con veicoli al seguito, fermo restando che l’accesso all’Info Point sarà possibile esclusivamente a piedi.

Nella prospettiva della dismissione C&T negli ultimi anni si era intestata una serie di iniziative volte a disincentivare l’utilizzo della biglietteria del porto e contestualmente ad abituare i propri passeggeri ad utilizzare sia il Terminal Ticketing sito in prossimità dello svincolo autostradale di Villa (ove in tempi brevissimi si sposterà l’intera attività di bigliettazione) sia i servizi online tramite sito web o app il cui utilizzo prevede peraltro dei vantaggi.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione