TRAGEDIA A VILLAFRANCA TIRRENA: Bimbo di 10 mesi ingoia una ventosa e muore

7 Ottobre 2020 Inchieste/Giudiziaria

Tragedia a Villafranca Tirrena, dove un bambino di dieci mesi ha perso la vita, lo scorso venerdì, a seguito di conseguenze riconducibili all’ostruzione delle vie respiratorie causata da un oggetto ingerito.

Sembra che la madre del piccolo si stesse apprestando a cambiare l’indumento intimo al figlio, quando il bambino ha preso tra le mani una ventosa, appartenente ad una clessidra. L’oggetto è rimasto incastrato in gola. Immediati i tentativi di liberare le vie respiratorie, e per questo i genitori hanno chiamato i vicini di casa che sono sopraggiunti per prestare soccorso.

Tra questi, una vicina di casa, infermiera di professione, è riuscita ad estrapolare il corpo estraneo dalla gola, rimasto bloccato per circa cinque minuti e non consentendo così di respirare.

Il bambino è stato quindi trasportato dagli operatori del 118 in ambulanza al Policlinico universitario di Messina. Da quanto emerge una volta giunto in ospedale il bambino era cosciente, piangeva e si muoveva. I medici hanno eseguito diversi controlli, ma nel giro di un paio di ore il piccolo è deceduto.

Sul caso è stato aperto un fascicolo in cui risultano indagati per omicidio colposo entrambi i genitori, che sono già stati interrogati dalla polizia giudiziaria ed hanno fornito i dettagli dell’episodio.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione