12 Ottobre 2020 Mondo News

La maggioranza rompe gli indugi: I fondi del Recovery Fund per un'”infrastruttura stabile” nello Stretto di Messina

«Garantire un’infrastruttura stabile e veloce dello Stretto di Messina» realizzando «opere adeguate e mezzi idonei e sostenibili, in modo da porre definitivamente fine all’isolamento della rete dei trasporti siciliani da quella del resto del Paese estendendo, così, l’alta velocità fino a Palermo e Siracusa”: è uno dei passaggi del documento messo a punto dalla commissione Bilancio della Camera sul Recovery Fund e votato oggi pomeriggio. Nel documento poi si specifica però che tale opera «non può essere annoverata, per l’importanza che essa riveste, tra i progetti storici menzionati tra i criteri di valutazione negativa, di cui alle linee guida del Governo».

 

Ponte Stretto: FI, finanziarlo con Recovery e avviare realizzazione, basta prese in giro.
“Basta prese in giro nei confronti del Mezzogiorno, basta tentennamenti da parte di un governo che agisce con la sola logica del rinvio, senza avere una strategia di sviluppo per il nostro Paese e, in particolare, per le Regioni del Sud.
La realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina non è più rinviabile, l’esecutivo non torni a raccontarci la storiella del tunnel sottomarino. Qui c’è già un progetto, validato a livello internazionale, c’è una grande opera già cantierabile per collegare la Sicilia al resto della Penisola e all’Europa. In questo momento costruire il Ponte costerebbe meno delle penali che lo Stato dovrebbe pagare in caso di stop definitivo. Con la mozione che oggi arriva in Aula alla Camera Forza Italia chiede al governo di avviare quanto prima le opportune iniziative per riconsiderare questo progetto, chiave per il rilancio economico dell’intero Paese e che consentirebbe, ad esempio, anche di estendere l’alta velocità ferroviaria fino a Messina, Palermo e Siracusa. Vogliamo che la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina sia inserito tra le infrastrutture finanziabili con quota delle risorse del Recovery Fund e che il progetto sia inserito in un più ampio programma di rilancio degli investimenti e dei lavori pubblici coerente con la drammatica fase di crisi economica e produttiva in atto. Venga avviato da subito un confronto costante con le associazioni e i soggetti imprenditoriali coinvolti, al fine di individuare le misure e linee di intervento più efficaci e rapide per garantire la ripartenza e l’apertura dei cantieri. Basta con le perdite di tempo, è giunta l’ora delle decisioni e del coraggio”.
Lo affermano, in una nota congiunta, le deputate siciliane di Forza Italia, Stefania Prestigiacomo, promotrice della mozione, Matilde Siracusano e Giusi Bartolozzi.