14 Ottobre 2020 Giudiziaria

Messina, accoltellò un connazionale e sequestrò una coppia di clochard: 18 anni al tunisino Ben Amir

Condannato a 18 anni il tunisino accusato di aver accoltellato un connazionale e poi di aver costretto una coppia di clochard, un uomo ed una donna, a vivere giorni di segregazione e violenze in una grotta di San Ranieri dove si era rifugiato.

È quanto deciso dal giudice per le udienze preliminari Eugenio Fiorentino che ha condannato Anis Ben Amir, 39 anni, senza fissa dimora. Il giudice, nel processo che si è svolto con rito abbreviato, è andato oltre alla richiesta del pm Anita Siliotti, che aveva sollecitato la condanna a 14 anni di reclusione per tentato omicidio, sequestro di persona, violenza sessuale, lesioni personali, riduzione in schiavitù.

 

LEGGI ANCHE

Storie di violenza e povertà a San Raineri: fermato un uomo per tentato omicidio, sequestro di persona, violenza sessuale, riduzione in schiavitù