Truffa “dell’eredità”. Denunciato messinese

5 Novembre 2020 Cronaca di Messina

Un messinese di 71 anni è stato denunciato a piede libero dai poliziotti del commissariato Borgo-Ognina di Catania. L'uomo è accusato di truffa aggravata in concorso.

Il settantunenne, insieme al complice, ancora ignoto, lo scorso 7 agosto aveva messo in atto la più classica delle “truffe dell'eredità”, ai danni di una donna anziana del posto.

Uno dei due complici ha avvicinato la vittima in strada con l'espediente di un finto lascito ad un fantomatico medico, che in passato aveva curato e guarito dei bambini e che avrebbe voluto ricompensare con una somma di 150 mila euro.

Proprio in quell'istante sarebbe sopraggiunto il complice il quale, facendo finta di essere un passante interessato alla questione, si sarebbe reso disponibile a fornire anche un concreto aiuto al benefattore, il quale, oltretutto, proponeva di cedere ai due una parte dei 150 mila euro, se lo avessero aiutato, cedendo loro del denaro contante per ratificare l'atto dal notaio.

La donna anziana, intenerita dal nobile gesto, dopo aver prelevato i risparmi di una vita, è salita a bordo dell'auto dei due soggetti, consegnando al finto benefattore la somma di 11 mila in contanti; poco dopo la donna è stata convinta a scendere dalla macchina per comprare delle marche da bollo, ma a quel punto i due si sono dileguati.

Scattata la denuncia, i poliziotti, utilizzando per le indagini anche immagini di video sorveglianza, sono riusciti ad individuare l'autovettura che è servita per la truffa e che sarebbe stata presa a noleggio del 71enne messinese. L'uomo, anche a seguito di individuazione fotografica, è stato riconosciuto dalla vittima come uno degli autori della truffa.

Il 71enne ha agito assieme a un complice ancora però ignoro.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione