Al via la demolizione dei cavalcavia di Spadafora e Venetico

9 Novembre 2020 Cronaca di Messina
Sono iniziati oggi i lavori che porteranno alla completa demolizione dei sovrappassi di Spadafora e Venetico, ricadenti sull’autostrada A20 Messina Palermo. Rilevate tutte le criticità strutturali presenti sulle strutture, il Consorzio Autostrade Siciliane ha proceduto nei mesi scorsi alle interlocuzioni istituzionali, alle progettazioni e alla pianificazione degli interventi utili alla messa in sicurezza. Si procederà dunque all’immediata demolizione degli impalcati centrali dei cavalcavia, denominati tecnicamente n° 3 e 4°, dopo aver eliminato tutti gli elementi di interferenza presenti sui luoghi e messo in sicurezza il traffico autostradale.​
Pertanto, al fine di favorire gli interventi, sino al 21 dicembre 2020 vigerà la parzializzazione delle carreggiate, in entrambe le direzioni, mediante la chiusura alternata delle corsie di emergenza, marcia o sorpasso, sul tratto interessato dal km. 27,800 al km.​ 29, 400.
Per la sicurezza di tutti i viaggiatori e in ossequio alle disposizioni ministeriali, si raccomanda sempre il rispetto della segnaletica stradale, dei limiti di velocità e il divieto di sorpasso sul tratto autostradale interessato.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione