Messina: arriva “il Carrettino solidale”, campagna per la raccolta di generi di prima necessità

27 Novembre 2020 Politica
Il Fronte Popolare Autorganizzato – SI Cobas e Antudo promuovono “Il Carrettino solidale”, una campagna di raccolta generi di prima necessità. L’obiettivo è dare una mano a coloro che, a causa delle misure restrittive adottate per limitare i contagi da Covid-19, stanno attraversando un periodo di difficoltà economica. È possibile donare alimentari, prodotti per l’igiene personale e per la pulizia della casa, guanti, mascherine e farmaci da banco in via Cesare Battisti, 191.
«C’è chi ancora, da marzo, aspetta la cassa integrazione in deroga, l’indennità Covid e i finanziamenti a fondo perduto. Anche durante questa seconda ondata, il governo nazionale non sta facendo nulla per sostenere chi non sta lavorando a causa delle restrizioni», affermaFrancesco Ciraolo del Fronte Popolare.  «Si può tranquillamente dire che lo Stato ci ha abbandonato. – continua Ciraolo – Quel che ci resta da fare è darci una mano a vicenda attraverso iniziative di mutuo aiuto e solidarietà. Anche per questo, oltre a “Il Carrettino Solidale”, abbiamo attivato uno sportello sociale a disposizione di tutti coloro che hanno perso il lavoro o hanno un lavoro precario e sottopagato; rivolto a chi in questo momento non si può permettere di pagare tasse, utenze, affitto o mutuo». «Da soli – conclude -non siamo niente. Insieme, invece, organizzandoci e sostenendoci a vicenda, possiamo attivare percorsi di lotta per costringere le istituzioni a darci quello che chiediamo e che ci spetta».
Lo sportello sociale è attivo in via Cesare Battisti 191, tutti i giovedì dalle 17.30 alle 20:00.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione