Messina, i volontari dell’associazione “#isamupubbirazzu” ripuliscono il villaggio U.N.R.R.A.

1 Dicembre 2020 Politica

L’associazione #isamupubbirazzu prosegue con le iniziative di pulizia pubblica in città. “Un impegno in prima linea per liberare Messina dai rifiuti, promuovere civiltà e senso di appartenenza al territorio – si legge sulla nota diffusa – Da due anni, grazie all’instancabile impegno dei suoi volontari, l’associazione ha cambiato il volto di Villaggio U.N.R.R.A. CASAS, restituendo decoro e pulizia laddove un tempo regnavano degrado e incuria. Ogni intervento di pulizia si svolge in collaborazione con il Comune di Messina, il secondo quartiere e il supporto logistico di MessinaServizi Bene Comune, che mette a disposizione dell’associazione il materiale necessario per pulire strade, aiuole e piazze della città”.

#isamupubbirazzu nasce nell’Estate del 2018 su iniziativa di Alessandro Brigandì, tornato a Messina dopo più di vent’anni trascorsi al nord per lavoro. “Vedere le strade sporche non poteva lasciarci indifferenti e da cittadini abbiamo sentito il dovere di intervenire per ripulire il nostro quartiere, tirandoci su le maniche e mettendoci faccia e muscoli”, racconta Brigandì.

I volontari autofinanziano gli interventi di pulizia mediante la vendita di magliette e felpe riportanti il logo dell’associazione: “Siamo cittadini normali, che nel tempo libero si prodigano per il territorio. Nel nostro piccolo cerchiamo di rendere più pulita e vivibile la nostra città, ma molto dipende dai nostri concittadini. Spesso l’ostacolo principale è la mancanza di educazione e senso civico. Abbiamo deciso di metterci in gioco e vedere i frutti del nostro lavoro ci riempie di orgoglio e soddisfazione. Gli anni che ho trascorso al nord mi hanno dato consapevolezza del fatto che trovare una strada pulita ti induce a rispettare di più le regole di educazione civica”.

L’obiettivo dell’associazione è anche quello di aumentare gli interventi in città e di estendere il raggio d’azione: nel rispetto delle misure anticovid coinvolgere quanti più cittadini possibile, per ripulire e abbellire anche le altre zone di Messina, da nord a sud, con particolare riguardo agli spazi verdi urbani dedicati ai bambini e agli anziani.  “Il nostro non è un lavoro straordinario: per noi è normale che i cittadini collaborino per mantenere pulita la città. Chiunque può unirsi a noi, contribuendo anche economicamente alla nostra causa, ad esempio finanziando i nostri interventi di pulizia pubblica. La nostra è un’azione di protesta contro la mentalità arrendevole dei cittadini, rassegnati al fatto che nulla possa cambiare, che sia normale che le nostre strade debbano essere stracolme di erbacce. Per questo riteniamo che la collaborazione di tutti sia fondamentale”.

“Il 4 dicembre alle ore 08:00 interverremo presso la Piazzetta antistante l’ex scalo ferroviario al Villaggio U.N.R.R.A.CASAS. Ci occuperemo della pulizia e abbelliremo le aiuole con addobbi natalizi. Confidiamo nella partecipazione di tutti. Isamupubbirazzu è anche presente sui social, seguiteci”, conclude Brigandì.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione