Onde Sonore diventa “Smart Waves”. Cambia nella continuità l’edizione 2020 della rassegna di musica e arte organizzata con fini benefici da Caronte & Tourist

1 Dicembre 2020 Culture
Venerdì 4 dicembre alle 11, presso l’auditorium del Gruppo Franza alla Zir, conferenza stampa di presentazione dell’ormai tradizionale rassegna di arte e musica organizzata in prossimità delle feste natalizie, con fini di beneficienza, da Caronte & Tourist. La novità è che “Onde Sonore” cambia pelle nella continuità, restando “una marea di musica e solidarietà” (che è anche il claim di questa edizione). Quest’anno, edizione VI, prima e si spera ultima dell’era Covid, non cambia il prestigio degli artisti invitati; non cambia il direttore artistico, il bluesman Max Garrubba; non cambia l’obiettivo del sostegno alle associazioni del terzo settore radicate nel territorio - quest’anno è la Comunità di Sant’Egidio. Cambia la location, non più una nave in navigazione ma il Teatro dei Tre Mestieri; niente pubblico in poltrona ma una platea virtuale che seguirà il concerto in streaming da casa; per la stessa ragione, cambia infine il nome, non più “Onde Sonore” ma “Smart Waves - Special Edition 2020”. Una rassegna rinnovata e contemporanea nel format, fedele al suo carattere e alla sua ispirazione solidale pur nella modalità smart nella quale peraltro si svolgerà quest’anno anche il tradizionale incontro prenatalizio del management con la grande famiglia del Gruppo Caronte & Tourist, che sarà anch’esso presentato alla stampa nella conferenza di venerdì 4.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione