Palazzo dei Leoni, firmato il contratto di stabilizzazione dei novanta precari dell’Ente

22 Dicembre 2020 Politica

E’ giunta al termine la lunga attesa dei precari della Città Metropolitana di Messina.
Tutti i novanta dipendenti hanno sottoscritto il contratto di lavoro che ne determina la
stabilizzazione dopo circa trent’anni di incertezza lavorativa.
Il Sindaco Metropolitano di Messina, dott. Cateno De Luca, nel corso dell’incontro
avvenuto oggi pomeriggio nel Salone degli Specchi di Palazzo dei Leoni, ha espresso
i propri auguri e quelli dell’Ente per il raggiungimento dell’agognato obiettivo.
“E’ stato un momento importante perché abbiamo mantenuto l’impegno che ci ha
visti determinati nel salvare l’Ente e rilanciarlo nei ruoli delicati che gli competono.
La firma di oggi rappresenta la concretizzazione di un sogno per ciascuno di voi.
Adesso lavoreremo per realizzare il vostro allineamento lavorativo con tutti gli altri
dipendenti e, nel prossimo triennio contabile 2021-2023, attueremo il passaggio
contrattuale alle trentasei lavorative settimanali, così come è avvenuto recentemente a
Palazzo Zanca. Ma non solo, con l’inizio del prossimo anno definiremo anche il
vostro inquadramento ed attiveremo la procedura di riorganizzazione della pianta
organica e del potenziamento per dare risposte concrete agli impegni che ci
attendono”.
La Segretaria Generale della Città Metropolitana di Messina, avv. Angela Maria
Caponetti, e la Dirigente della I Direzione “Servizi Generali e Politiche di Sviluppo
Economico e Culturale”, avv. Anna Maria Tripodo, hanno espresso i più sentiti auguri
per l’atteso traguardo lavorativo.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione