Quando Garibaldi ringraziò Lipari: trovata una lettera inedita

30 Dicembre 2020 Culture

E' tornata alla luce una lettera inedita di Giuseppe Garibaldi ai cittadini di Lipari,: fu inviata dal Comando generale dell'Esercito Nazionale in Sicilia e fu scritta da Milazzo il 23 luglio 1860, al culmine della conquista della Sicilia. La scoperta si deve al ricercatore storico Pino La Greca ed è stata annunciata dal Centro studi eoliano, per salutare il nuovo anno quando festeggerà il 40° anniversario della fondazione.

Questo il testo della lettera: "Ai cittadini di Lipari. Io vi ringrazio in nome della Patria per la generosa risoluzione. Proclamate il Governo Italiano di Vittorio Emanuele ed eleggetevi un governatore alla maggioranza dei voti, al quale io conferisco temporaneamente poteri illimitati. Mantenetevi in corrispondenza col Prodittatore in Palermo per via di Milazzo, e con me, mentre soggiornerò in quest'isola".

La lettera, spiega una nota del Centro studi eoliano, era conservata e trascritta dal notaio eoliano don Rosario Rodriguez e fa parte dei documenti del fascicolo relativo alle indagini sull'omicidio del sindaco neo borbonico Giuseppe Policastro che Pino La Greca sta studiando "per poter riscrivere una delle pagine più oscure della nostra storia più recente".

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione