MESSINA, 8 E 9 SCUOLE CHIUSE. SABATO UN ALTRO TAVOLO TECNICO

5 Gennaio 2021 Cronaca di Messina
La linea resta quella del rigore, soprattutto adesso che il virus torna a galoppare in Sicilia
Scuole chiuse dal 7 al 9. E’ il risultato dell’incontro tenuto al Comune tra sindaco, ufficio speciale dell’emergenza covid, e tutti i soggetti coinvolti.
"Dopo oltre tre ore di confronto con Asp, rappresentanti dei presidi ospedalieri e dell’assessorato regionale sanità e’ emersa una situazione di inaudita gravità sotto il profilo della crescita dei contagi, delle continue disfunzioni dell’ASP, della raccolta dei rifiuti dei contagiati Covid e dei posti letto disponibili per i contagiati da Covid ormai quasi esauriti in tutti i presidi ospedalieri della città e provincia".
"Tra poco - dichiara il sindaco De Luca - pubblicheremo le risultanze dettagliate del tavolo tecnico e l’ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado pubbliche e private compreso asili nido per i giorni dal 7 al 9 gennaio. Sabato 9 gennaio alle 12 si terrà un ulteriore tavolo tecnico a Palazzo Zanca per valutare l’esistenza delle condizioni di sicurezza per riaprire le scuole dall'11 gennaio in poi. State tutti attenti perché la situazione ormai è sfuggita di mano all’Asp e prendere il Covid in queste condizioni significa mettere maggiormente a rischio la propria vita".

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione