RISPETTO MESSINA: Non è vero che il sindaco non fosse a conoscenza dell’andamento della crescita esponenziale dei contagi in città

9 Gennaio 2021 Politica

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Gruppo di iniziativa civica "Rispetto Messina". 

Il Sindaco di Messina ha dichiarato di non essere a conoscenza dell'andamento della crescita esponenziale dei contagi in città, perché i dati che riceve non sono spacchettati, e quindi vanno riferiti all'intero territorio provinciale.

Questa è una affermazione che non risponde al vero. Perché, ci risulta, che i Sindaci di tutti i comuni ricevono, quasi quotidianamente, da parte dell'Asp una pec criptata che può essere aperta soltanto utilizzando una password riservata in possesso del sindaco di ciascun comune.

Password con cui si accede ad un file che contiene i nominativi, la data di nascita, la residenza ed i recapiti telefonici delle persone risultate essere positive ai controlli effettuati con i tamponi.

Quindi tutti i sindaci sono a conoscenza, in maniera aggiornata, del numero esatto dei concittadini risultati positivi al Covid19; e ciò al fine di poter predisporre i sopralluoghi per verificare il rispetto del periodo di isolamento e di quarantena, e di fornire servizi appositi, compresa l'assistenza dei servizi sociali.
Per cui, non esistono alibi di sorta!
Così come è assurdo ed infantile, sostenere che toccherebbe all'Asp il compito di contenere la diffusione dei contagi.

Perché è il Sindaco che svolge il ruolo di massima autorità sanitaria locale; è il Sindaco che emette le ordinanze sulle misure atte a contenere la diffusione del contagio; è il Sindaco che dispone di un corpo autonomo di Polizia Municipale per fare rispettare le sue ordinanze, anche riguardo al divieto di assembramenti e all'obbligo dell'uso corretto della mascherina protettiva; ed è il Sindaco che fa parte del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, che ha anche il compito di mettere in campo gruppi interforze per fare rispettare le varie disposizioni relative al Coronavirus.

E tutto ciò non è assolutamente di competenza dell'Asp, che ha comunque le sue pecche. E tocca al Sindaco assolvere ai suoi doveri istituzionali, finendola di diffondere notizie che non rispondono al vero, allontanando da sé anche il pensiero recondito che i cittadini messinesi si possano comportare tutti come le "tre scimmiette".

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione