Coltivazione illecita di sostanze stupefacenti, arrestato 27enne di Barcellona Pozzo di Gotto

15 Gennaio 2021 Cronaca di Messina

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, hanno arrestato A.A., 27enne del luogo, in esecuzione di un’Ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari poiché gravemente indiziato di detenzione e coltivazione illecita di sostanze stupefacenti, furto aggravato di energia elettrica.

L’uomo, nel mese di giugno 2020, a seguito di una perquisizione effettuata dai Carabinieri della Sezione Radiomobile di Barcellona Pozzo di Gotto, era stato trovato in possesso di 23 grammi di marijuana suddivisa in dosi, 6 piante e materiale per il confezionamento. Nel medesimo contesto veniva accertato il furto di energia elettrica operato mediante un dispositivo magnetotermico allacciato direttamente alla rete elettrica pubblica.

L’uomo, arrestato per tali reati nel mese di giugno, era stato rimesso in libertà dopo la convalida dell’arresto. Il provvedimento era stato appellato avanti al Tribunale del Riesame di Messina che nel mese di settembre, concordando con l’Appello proposto dalla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, ha emesso un Ordinanza di Custodia Cautelare agli arresti domiciliari.

Nel pomeriggio di ieri la Suprema Corte di Cassazione ha confermato l’ordinanza emessa dal Tribunale del Riesame di Messina, pertanto per il giovane sono scattati gli arresti domiciliarinotificato dai Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazionein regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione