SMOG, M5S: DATI MORTALITA’ ALLARMANTI A MESSINA NEL 2018 DOVUTI A PM 2.5. AVANTI CON MISURE DRASTICHE NEL RECOVERY PLAN

21 Gennaio 2021 Cronaca di Messina

"76.33 morti premature ogni anno in provincia di Messina a causa del PM 2.5. I nuovi dati​ dell’Agenzia Europea per l’Ambiente tornano a confermare la situazione a rischio ambientale e sanitario in cui versano la Pianura padana e tante città e aree del Paese, non solo al Nord, ma anche al Sud”.

Lo affermano in una nota i parlamentari della provincia di Messina del Movimento 5 Stelle Francesco D’Uva, Alessio Villarosa, Barbara Floridia, Grazia D’Angelo e Antonella Papiro.

“L’Agenzia Europea per l’Ambiente (AEA) ha stimato per il 2018 59.500 decessi in Italia legati agli inquinanti atmosferici collegati al PM 2.5. A queste morti premature si aggiungono 21.600 da NOx e 3.000 da ozono. Questo livello di mortalità, cui si aggiunge la cosiddetta morbilità (ospedalizzazioni e malattie varie) è peggiore rispetto ad altri Paesi confinanti come Francia, Spagna e Germania, in particolare in proporzione alla popolazione e ai decessi totali. Per la provincia di Messina parliamo di un’incidenza di morti pari a 76.33 l’anno secondo i dati dell’Agenzia Europea dell’Ambiente“ spiegano i parlamentari del Movimento 5 Stelle.

“I dati della provincia di Messina sono molto preoccupanti e obbligano la politica ad intervenire accelerando e potenziando tutte quelle misure e quei progetti utili a ridurre la pressione dell'inquinamento atmosferico, in quanto l'incidenza di morti premature ogni 100.000 abitanti in base ai dati del 2018 supera quella di tutte le altre province siciliane” concludono i pentastellati.

Link studio interattivo Agenzia Europea per l’Ambiente : https://eea.maps.arcgis.com/apps/InteractiveLegend/index.html?appid=f008e0dc0ce24edfae5463748de10f27

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione