Sequestrata discarica abusiva a Santa Lucia sopra Contesse

1 Febbraio 2021 Cronaca di Messina
Attività intensa quella della Polizia Specialistica  guidata dal Commissario Giovanni Giardina comandante vicario della Polizia Municipale di Messina collaborato dall'ispettore Giacomo Visalli coordinatore del Reparto Ambientale; conclusi gli accertamenti sulla discarica di Santa Lucia Sopra Contesse, gli stessi hanno permesso di risalire al responsabile di una vera e propria attività di trasporto e smaltimento di rifiuti da demolizione in assenza di alcuna autorizzazione e iscrizione all'albo nazionale gestori ambientali, unico ente che può autorizzare tale attività. Il materiale caricato e trasportato da cantieri edili cittadini veniva depositato nell'area di Santa Lucia Sopra Contesse in pieno centro abitato. L'attività investigativa ha permesso di risalire anche alla provenienza dei rifiuti, che in alcuni casi è riconducibile a lavori pubblici in sub appalto, ancora in corso di verifica al fine di individuare ulteriori responsabili. Il responsabile della discarica abusiva è stato deferito all'autorità giudiziaria e l'area di circa 1000 mq sottoposta a sequesto giudiziario unitamente all'autocarro utilizzato per i trasporti. L’attività non si è conclusa qui per gli uomini del reparto ambiente della Polizia Specialistica che, ultimate le operazioni a Santa Lucia, si sono portati in un sito sul torrente Pace dove Raffaella Spadaro, consigliera nazionale e co-portavoce regionale dei Verdi, ha segnalato la presenza di un deposito di rifiuti ferrosi all'interno di una azienda di inerti. Anche in questo caso è scattato il sequestro dei rifiuti e la denuncia per il responsabile.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione