CARONTE & TOURIST IN AMMINISTRAZIONE GIUDIZIARIA, D’UVA: “ATTENDIAMO SVILUPPI, ATTENZIONE MASSIMA”

3 Febbraio 2021 Inchieste/Giudiziaria

“La compagnia Caronte & Tourist è ancora una volta sotto il mirino della magistratura che, con l’operazione “Scilla e Cariddi”, indaga sull’ipotesi di agevolazioni alla criminalità organizzata all’interno della società che gestisce i traghetti tra la Calabria e la Sicilia”.

Così il deputato questore Francesco D’Uva, PortaVoce messinese del MoVimento 5 Stelle.

“Le accuse, se confermate, sarebbero gravissime. Nel dicembre 2019 la stessa Caronte & Tourist rimaneva coinvolta in un’altra indagine sfociata nelle misure di prevenzione, poi revocate, degli arresti domiciliari del Sindaco di Villa San Giovanni Siclari, del presidente del consiglio di amministrazione e dell’amministratore delegato della società. Allora le accuse degli investigatori riguardavano scambio di favori, malgoverno e corruzione, e la nostra posizione politica fu chiarissima: attenzione alta. Contro il malaffare e la corruzione non abbiamo mai indietreggiato di un millimetro, e mai lo faremo.

Aspetto gli sviluppi di questa nuova inchiesta confidando, come sempre, nel lavoro della magistratura e degli inquirenti che, grazie alle loro inchieste, fanno luce sulla gestione dei servizi in riva allo Stretto”

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione