Messina: Trovata dalla Polizia droga occultata nell’ intercapedine di un pilastro della Stazione

9 Febbraio 2021 Cronaca di Messina

3 indagati, 1.943 persone controllate, 25 kg di rame recuperato, 282 pattuglie impiegate nelle stazioni, 85 i treni presenziati, 16 veicoli controllati, 5 sanzioni elevate, è il bilancio dell’ultima settimana di attività della Polizia Ferroviaria in tutta la Sicilia.

I denunciati sono due uomini di nazionalità nigeriana che si aggiravano con fare sospetto nei pressi del sottopassaggio della stazione centrale di Messina. Immediatamente sottoposti a controllo da parte degli agenti della Polfer, hanno cercato di eludere gli accertamenti fornendo false generalità.

Un altro uomo è stato denunciato dagli agenti della Polfer di Palermo per i reati di truffa, falsità ideologica commessa da privato e false dichiarazioni sulla propria identità personale poiché, all’atto del controllo dei biglietti, ha asserito falsamente di essere un ferroviere esibendo una tessera di libera circolazione a bordo treno palesemente contraffatta.

Sempre a Palermo, gli operatori Polfer hanno recuperato 25 kg di rame appena trafugato da un locomotore in disuso sito all’interno del deposito locomotive di “Parco Chiovara”. La refurtiva è stata restituita a Trenitalia. 

Nel corso dei controlli, sono stati sequestrati anche 5 gr di sostanza stupefacente, di cui circa 2 gr rinvenuti dagli operatori di Agrigento addosso ad un ragazzo a bordo di un treno;  la restante droga è stato trovata occultata, a Messina, nell’ intercapedine di un pilastro della Stazione grazie alla segnalazione di un cane antidroga della Polizia di Stato nel corso dell’Operazione “Stazioni Sicure”, finalizzata alla prevenzione e al contrasto di eventuali azioni illecite da parte di malintenzionati. 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione