Quartiere Americano, Geraci: “Mettere in sicurezza gli incroci”

17 Febbraio 2021 Politica

Ieri, durante la seduta del consiglio della Terza Municipalità è stata approvata a maggioranza la proposta di delibera istruita dal Consigliere Alessandro Geraci per la messa in sicurezza degli incroci nel quartiere Americano. Una porzione di territorio ricostruita a scacchiera in periodo post-terremoto, in cui si accamparono gli americani che erano venuti ad aiutare la cittadinanza messa in ginocchio dal violentissimo sisma del 1908.

“L’alta densità abitativa e veicolare della zona in questione, fa sì che troppo spesso sia oggetto di numerosi incidenti, in quanto non tutti gli incroci hanno la corretta segnaletica orizzontale e verticale, in più gli automobilisti indisciplinati parcheggiano le autovetture a ridosso dei punti di svolta, oscurando la visibilità a quanti si apprestano ad attraversare le intersezioni stradali”, spiega Geraci.

“Per questo, prendendo spunto da quanto già realizzato negli anni passati negli incroci della 4 municipalità precisamente tra la via Cesare Battisti e la via Garibaldi, ho proposto di impegnare l’amministrazione e relativi dipartimenti competenti a realizzare un ampliamento dei marciapiedi con adeguati paletti anti sosta negli incroci del quadrilatero che va da sud a nord dalla via Lucania al viale Europa e da ovest a est dal viale San Martino alla via La Farina”, illustra.

“Se si vogliono evitare gli incidenti – conclude Geraci – è questo, a nostro modo di vedere, il metodo corretto, non certo quello di chiudere strade e varchi, inoltre un piccolo passo verso una mobilità sostenibile cercando di riconsegnare la città ai pedoni con particolare attenzione ai disabili e non alle autovetture”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione