Il gruppo di iniziativa civica “Rispetto Messina” aderisce alla proposta legislativa antifascista avanzata da un Comune toscano

19 Febbraio 2021 Culture

Il gruppo di iniziativa civica “Rispetto Messina” aderisce con piena convinzione alla proposta legislativa antifascista avanzata da un Comune toscano. La Legge di iniziativa popolare “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”, è stata proposta dal Comune di Stazzema, medaglia d’oro al valor militare, teatro di una delle più efferate stragi contro la popolazione civile ad opera dell’esercito nazista.
I cittadini di Messina e dei Comuni della Provincia che intendano sottoscrivere la proposta possono recarsi all’ufficio Elettorale del proprio Comune, informandosi prima se siano già disponibili per le firme i relativi moduli, e in caso negativo sollecitando le Amministrazioni stesse o le Associazioni locali ad attivarsi per la raccolta, posto che Stazzema ha già inoltrato via mail (o pecmail) detti moduli a tutti i Comuni italiani.
La Legge di iniziativa popolare stabilisce la reclusione da sei mesi a due anni per chi effettua propaganda dei “contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero dei relativi metodi eversivi del sistema democratico, anche attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne fa comunque propaganda richiamandone pubblicamente la simbologia o la gestualità”. Pena aumentata di un terzo se “il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici” o “con modalità ed atti espressivi dell’odio etnico e razziale”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione