Violano le norme anticovid per vedere la partita “a porte chiuse”, multa a 17 tifosi assembrati

Diciassette sanzioni per la violazione delle norme anticovid. Sono scattate tra i tifosi dopo gli accertamenti effettuati dai poliziotti del Commissariato di Sant’Agata di Militello.

La partita è quella dello scorso 7 febbraio “Sant’Agata di Militello – Licata” valevole per il Campionato di Nazionale Serie D, che per via delle norme in materia di contenimento e contrasto dall’emergenza epidemiologica anti-covid era a porte chiuse al Fresina.

Per vederla alcuni tifosi, circa 50, si sono posizionati all’esterno del campo di gioco, nei terreni attigui, separati soltanto da una rete metallica.

Alcuni dei soggetti presenti non erano muniti di mascherina di protezione individuale, violando, altresì, la distanza interpersonale prevista di almeno 1 metro.

A seguito degli accertamenti effettuati dai poliziotti del Commissariato di Sant’Agata di Militello, in servizio di Ordine Pubblico, sono state sanzionate 17 persone per la violazione delle disposizioni relative al contrasto della pandemia. Sono ancora in corso accertamenti volti all’identificazione degli altri ultras presenti, nei confronti dei quali saranno elevati verbali di contestazione di illecito amministrativo.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione