Prestigioso incarico a Maria Grazia Furnari. A Messina arriva il nuovo commissario Alberto Firenze​

2 Marzo 2021 Politica
Prestigioso incarico per Maria Grazia Furnari che dopo 70 giorni di intenso lavoro e importanti risultati da commissario straordinario per l’Emergenza covid Messina, è stata nominata dirigente del Servizio 4 Programmazione Ospedaliera dell’Assessorato regionale alla Salute.​
Cambio di guardia dunque al vertice dell’Ufficio commissariale del territorio dell'Asp di Messina dove arriva Alberto Firenze (foto), professionista dalla lunga esperienza nel management sanitario.

Ecco chi è Alberto Firenze

Si tratta di un professore universitario di ruolo che ha svolto attività assistenziale nella Direzione sanitaria di presidio dell’Azienda ospedaliera universitaria Policlinico Paolo Giaccone dell’Università degli Studi di Palermo dal 2005 come dirigente medico. Dal 2010 ha anche rivestito il ruolo di responsabile dell’attività di Ricerca ed Internazionalizzazione dell’Aoup in qualità di responsabile del Servizio continuità ospedale. Dal 2012 ha ricoperto la mansione di responsabile dell’Uos. Risk Management e Valorizzazione.  Firenze è stato anche commissario straordinario per l'emergenza Covid negli ospedali di Sciacca e Ribera, nonché tecnico scelto dal governatore Musumeci per costituire il Cts per l'emergenza in Sicilia.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione