6 Agosto 2021 Sport Cultura Spettacolo

Conclusa la 10a edizione di Corto di Sera

Si è conclusa la decima edizione di Corto di Sera, il Festival organizzato dall’omonima associazione culturale e realizzato nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Cinema, della Sicilia Film Commission.

 

A ospitare l’evento – condotto da Alessandra Mammoliti – anche quest’anno, l’incantevole scenario della Piazza Badia della Chiesa Arabo Normanna dei S.S. Pietro e Paolo nella frazione Croce di Itala in provincia di Messina.

 

«Il risultato della decima edizione di Corto di Sera – ha detto il direttore artistico Sebiano Chillemi – è stato a dir poco eccezionale. A conferma che il festival è divenuto ormai una solida realtà nel panorama cinematografico locale e nazionale. Così come un regista o uno scrittore trovano ispirazione nella voglia di realizzare il film che vorrebbero vedere o il libro che vorrebbero leggere allo stesso modo noi abbiamo voluto provare a realizzare il Festival che desideravamo avere nel nostro paese».

 

Domenica 1 agosto serata inaugurale con “Seconda Primavera”, film del regista messinese Francesco Calogero e prodotto da Mia Arfuso e il live del duo Dr. Broscovich.

Dal 2 al 4 agosto, proiezione dei ventotto cortometraggi in concorso. Opere provenienti da diverse parti dell’Italia e del mondo che hanno entusiasmato il pubblico per l’alto livello qualitativo. Novità di questa edizione è stata l’istituzione di una Giuria popolare stabile che ha seguito le proiezioni per tutte e tre le giornate di Corto di Sera e ha assegnato i premi ai cortometraggi vincitori delle varie sezioni.

«L’ultima giornata del Festival – spiegano gli organizzatori – è sempre quella dei sentimenti contrastanti. Da un lato la voglia di riposarsi per la stanchezza fisica del lavoro svolto nei giorni e nelle settimane precedenti, dall’altra la malinconia nel pensare che tutto questo il giorno dopo non ci sarà più. Sentirsi ringraziare e ricevere i complimenti dalla gente entusiasta fa dimenticare la stanchezza e stimola a continuare. Un risultato, questo del 2021, che è andato oltre ogni più rosea aspettativa. Non poteva esserci modo migliore per festeggiare il decimo compleanno di Corto di Sera. Questi primi dieci anni rappresentano un traguardo significativo che è il frutto di una serie di sinergie che ha visto la collaborazione tra la nostra Associazione Culturale e le istituzioni locali, prime fra tutte il Comune e la locale Pro Loco, che, fin dalla prima edizione, hanno creduto e sostenuto la nostra iniziativa. Un progetto nato quasi per caso nel 2012 e che negli anni è riuscito a trovare lungo la sua strada nuovi sostenitori che ne hanno sposato i principi contribuendo significativamente a farlo diventare la bella realtà che oggi tutti conoscono. Un Festival che vuole essere partecipativo. Un punto di incontro per cinefili ed appassionati della settima arte, con l’ambizione provare ad abbattere quel muro invisibile che si crea tra autori e spettatori. Un evento in cui protagonisti assoluti sono il cinema e gli amanti del cinema».

 

I cortometraggi premiati alla decima edizione di Corto di Sera:

  • “Visioni Isolane”, sezione dedicata ai cortometraggi siciliani: “Guest” di Chiara Rapisarda.

  • “From Italy to Itala”, sezione dedicata ai cortometraggi della penisola: “The Recycling Man” di Carlo Ballauri.

  • “Internazionali”, sezione dedicata ai cortometraggi stranieri: “The Saverini Widow”, del francese Gérome Barry.

  • Premio Giovannello da Itala, sancito dal voto del pubblico: “Offro io” di Paola Minaccioni.

  • Menzione speciale a “Come a Mìcono” di Alessandro Porzio.