26 Ottobre 2021 Attualità

MESSINA, SCUOLE E UNIVERSITA’ CHIUSE FINO A VENERDI’

di Edg – Scuole chiuse in città anche mercoledì’, giovedì e venerdì. Lo ha deciso il sindaco di Messina Cateno De Luca, che lo ha comunicato nel corso di una diretta, che sta per firmare l’ordinanza. Ad influire sulla decisione, non ci sono motivi dovuti alle previsioni di maltempo (infatti per domani è prevista una allerta gialla-arancione), ma i gravissimi problemi di viabilità, a sud della città, causati dalla chiusura di un lungo tratto dell’autostrada Messina-Catania. “Qui è un casino, aspetto risposte immediate. Non voglio penalizzare gli studenti che arrivano dalla zona ionica. Ho chiesto alla Prefettura la convocazione di un tavolo tecnico per verificare quale provvedimenti il Consorzio abbia preso per riaprire la A18. Questi 3 giorni ci serviranno per verificare le condizioni degli istituti messinesi alla luce delle criticità legate al maltempo”, ha detto il sindaco durante la diretta Facebook.

Stessa cosa, vale per l’Università, che chiude le porte per tutto il resto della settimana. Questo il comunicato dell’Ateneo: «A causa del perdurare dell’allerta meteo proclamata dalla Protezione civile per le avverse condizioni atmosferiche, è stata disposta la sospensione dell’attività didattica dal 27 al 29 ottobre in tutti i Dipartimenti dell’Ateneo. Le attività amministrative e le sedute di laurea si svolgeranno regolarmente».

L’ORDINANZA.

Il Sindaco Cateno De Luca con ordinanza n. 244 di oggi, martedì 26, ha disposto per domani mercoledì 27, giovedì 28 e venerdì 29 la chiusura di tutti gli Istituti scolastici Pubblici, Privati e Parificati di ogni ordine e grado. Il provvedimento si è reso necessario a seguito dell’avviso diramato dalla Sala Operativa del Dipartimento Regionale della Protezione Civile di un’allerta per rischio idrogeologico e idraulico fino alle ore 24 di domani, mercoledì 27. Nel considerare poi che è stata disposta dal CAS la chiusura del tratto autostradale direzione di marcia Messina-Catania dall’ingresso in direzione Catania fino a Roccalumera, e in direzione Catania – Messina dall’ingresso di Roccalumera fino all’uscita di Messina, a causa del riversamento di un masso di considerevoli dimensioni su una carreggiata dell’autostrada A18 Messina Catania, al km. 10,800, che ha determinato la congestione del traffico veicolare lungo la SS 114; e che il CAS non ha comunicato la durata della chiusura del suddetto tratto autostradale. A tal fine, il Sindaco De Luca ha chiesto la convocazione urgente di un Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza per concordare con il CAS e con i Sindaci dei Comuni interessati dalla chiusura del tratto autostradale le misure di viabilità eccezionali idonee a garantire il rispristino delle condizioni di transitabilità lungo la SS 114 in sicurezza. Pertanto, nelle more dello svolgimento del Comitato Provinciale in Prefettura e dell’adozione delle conseguenti misure di viabilità straordinaria, al fine di prevenire situazioni di disagio e/o pericolo, il Sindaco ha ritenuto opportuno procedere alla sospensione delle attività di tutti gli Istituti scolastici Pubblici, Privati e Parificati di ogni ordine e grado, con espressa esclusione delle Scuole dell’infanzia e degli asili nido, delle strutture educative ed assistenziali (a gestione diretta ed indiretta). Sono esclusi dalla presente Ordinanza i cimiteri, le ville e gli impianti sportivi comunali che resteranno aperti secondo i rispettivi orari.

LE PREVISIONI PER DOMANI.

Dopo due giorni di allerta meteo rossa, la protezione civile regionale abbassa il livello di allerta per il rischio idrogeologico nella provincia peloritana, che però si divide in due: la costa tirrenica domani sarà in fase di “attenzione” (gialla), mentre la parte ionica sarà in fase di “pre-allarme” (arancione).

VIABILITA’ IN TILT.

Questa mattina sono stati di circa due ore e mezza i tempi di percorrenza del tratto sulla strada statale 114 fra Roccalumera e Messina. Incolonnati tutti i mezzi compresi i bus di linea che viaggiavano su entrambi i sensi di marcia. La chiusura della A 18 ha reso quella strada l’unica percorribile lungo l’asse ionico.

Intanto il Consorzio Autostrade Siciliane fa sapere che sono in corso interlocuzioni serrate con l’azienda che si sta occupando del rifacimento dell’asfalto nella corsia lato monte, quella chiusa da diverse settimane, e per la quale si sta cercando di accelerare i tempi di riconsegna per dare un’alternativa alla carreggiata lato valle chiusa da ieri pomeriggio. In questa porzione di autostrada dovranno essere eseguiti dei lavori di messa in sicurezza e consolidamento del costone dopo che è un masso di circa 200 kg si è staccato dalla collina e attraversato l’intera sede stradale.

IN AGGIORNAMENTO