11 Novembre 2021 Attualità

OLGA CANCELLIERI E IL SUO GRANDE CONTRIBUTO ALLA VERITA’ E ALLA MEMORIA

di EDG – Messina è ancora sotto shock per la morte di Olga Cancellieri, scomparsa ieri sera a soli 46 anni in un incidente mortale. Avvocata molto conosciuta in città, esponente di Addiopizzo e componente del direttivo dell’associazione, si era nutrita di politica e di passione civile, di giornate infinite trascorse nelle aule giudiziarie e impegno antimafia. Olga era stata consigliera della decima circoscrizione dal 1998 al 2005, per due mandati, e successivamente candidata al Consiglio comunale. Era stata responsabile delle politiche femminili nell’ultima segreteria provinciale dei Ds, prima della nascita del Pd. La passione e l’amore per la politica è stata la cifra di una generazione – come ricorda oggi Articolo Uno – che alla fine degli anni ’90 nella Sinistra Giovanile, nelle Circoscrizioni e poi nella dialettica del Partito, i Democratici di Sinistra, si è cimentata e forgiata. Di quella generazione, Olga, come militante, come attivista, come dirigente è stata sempre in prima linea.

La crisi della politica e dei partiti organizzati, l’ha spinta verso nuove prospettive di impegno. Il suo attivismo nel movimento antimafia, con un ruolo di direzione e di coordinamento dell’Ufficio Legale, di Addiopizzo Messina racconta della sua volontà di esserci ancora, di incidere sulle dinamiche distorte del nostro territorio, di dare un proprio contributo al cambiamento anche attraverso la professione di avvocata. Ed era stato soprattutto il suo impegno all’interno del Tribunale che ci ha uniti sempre più, trascorrendo ore interminabili all’interno dell’aula bunker piuttosto che in quelle di Palazzo Piacentini. La sua presenza attenta durante le udienze, era per noi di stampalibera, che dovevamo raccontarle in un articolo, una certezza. Ma non solo questo. Il suo prezioso contributo alla verità e alla memoria degli atti è stato fondamentale per chi, come me e soprattutto Antonio Mazzeo, ha documentato per anni i processi più importanti che si sono tenuti in città e dove Olga era sempre in prima fila. Quanti messaggi e mail scambiate, fotocopie consumate perchè ci fossero tutti gli elementi per poterci far fare un buon lavoro. Generosità e serietà.

Messina ha perso una delle sue donne migliori, appassionate e innamorate della vita. La sua vita è stata caratterizzata dal suo carattere gioioso ma anche da quel senso di appartenenza a una comunità’ che desiderava migliore e per questo combatteva con tutte le sue forze. Era raro trovare in una sola donna, tutte assieme, impegno civile, dedizione, onestà, ironia, leggerezza, quella voglia infinita di mordere il tempo che scorreva. E poi l’amore per la famiglia e per la natura. Un’anima bella, un’anima bambina. Un sorriso speciale. Grazie di tutto.