16 Dicembre 2021 Giudiziaria

OPERAZIONE ‘HERA’: I CONTI CORRENTI RUMENI DI GIUSEPPE BUSACCA

di EDG – Tra i conti correnti individuati dagli investigatori della polizia di Messina, e intestati a Giuseppe Busacca, ce ne sono due accesi in Romania presso l’Unicredit Bank SA, nel 2014.

Busacca si sarebbe recato in Romania, assieme a un cittadino rumeno, nell’ottobre 2014. In alcune conversazioni intercettate nel novembre 2018 tra Fabio Ardizzone e Francesco Rantuccio, quest’ultimo riferendosi a Busacca riferisce “a parte che oggi sentivo voci che… non so se hai sentito… ha investito 50 milioni di euro in Romania!”. Alla replica di Ardizzone “no… non l’ha mai visto 50 milioni ddi!”, Rantuccio precisa, “ma ti posso fare una domanda?… di ufficiale ha 1800 dipendenti” continuando ad aggiungere che Busacca “si è preso i 7 appalti più grossi di Messina con ribassi al 100%..”. Ancora Rantuccio, nella conversazione del 30 novembre 2018, parla “di una voce che gira a Messina”, relativa a Giuseppe Busacca, “… a Messina gira voce e dintorni che ha investito 50 milioni in Romania! Che lui ha fatto sempre investimenti in Romania si sa! A me 50 milioni mi paruno essa” e continua “Ma chinni sai se chistu con la formazione…quanti soldi si è messo in tasca con la formazione!”.

“La pericolosità sociale di Giuseppe Busacca”.

“All’esito di questa trattazione si può certamente affermare che sussiste la pericolosità sociale anche di Giuseppe Busacca – scrivono i magistrati – conclamata durante tutto il periodo trattato dall’indagine e fino a tempi oltremodo recenti dalla perpetrazione di reati produttivi di proventi illeciti, quali: dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, dichiarazione infedele, truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche, truffa aggravata ai sensi dell’art. 640, turbata libertà degli incanti, riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori e altri delitti”.

“La qualità di indiziato del reato di cui all’art. 640 bis c.p. conduce a ritenere il proposto destinatario di misura di prevenzione…”.