7 Gennaio 2022 Politica e Sindacato

Il sindaco De Luca chiede la zona rossa per Messina

“Il sistema sanitario regionale è in tilt. E a Messina non ci sono più posti letto per i ricoveri. Covid, ma non solo. Per questo motivo, sto inoltrando al presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, la richiesta di istituire immediatamente la “zona rossa” a Messina”. A parlare è il sindaco, Cateno De Luca, che dopo aver chiesto a gran voce di posticipare l’apertura delle scuole, pretende maggiori e importanti restrizioni, alla luce della gravissima situazione epidemiologica in città, nella provincia peloritana e in tutta la Sicilia. “Posti letto esauriti, ricoveri in aumento e contagi fuori controllo”. Una situazione critica e mai stata così “nera” nel Messinese, quella descritta dal sindaco De Luca.

E nelle ultime 48 ore, gli ospedali non hanno neanche comunicato ricoverati e morti a causa del Covid-19: “Stiamo preparando la richiesta di istituzione della “zona rossa” a Messina – ha detto – perché i dati che ho in mano parlano di assenza di posti letto, in tutti i presidi ospedalieri del Messinese. La situazione non è grave, di più. Mi prendo la responsabilità di fare il primo passo, ma adesso dobbiamo discuterne, una volta per tutte. Ma su questo fronte, non torno indietro”.

“Bisogna interrompere immediatamente questa situazione – ha concluso – e quindi, nella mia qualità di massima autorità sanitaria, ho il diritto e il dovere di fare questa richiesta. La “zona rossa” è necessaria, almeno per due settimane. L’assessore alla Salute, Ruggero Razza, venisse a constatare qual è il mondo reale. Occorre che l’Asp dichiari il fallimento che c’è attualmente e dica la verità”.