13 Gennaio 2022 Attualità

Messina, sospesa l’ordinanza. Si torna a scuola da domani

Adesso è ufficiale: l’ordinanza con cui il sindaco di Messina Cateno De Luca ha disposto, a partire da oggi e fino al prossimo 23 gennaio, lo svolgimento delle attività didattiche in dad per tutte scuole di Messina è stata sospesa. Pertanto, dopo una prima giornata di start in didattica a distanza, da domani gli studenti torneranno in presenza.

Infatti, il presidente del tribunale amministrativo regionale di Catania Daniele Burzichelli ha accolto l’istanza del comitato “Scuola in presenza” sospendendo l’efficacia dell’ordinanza del sindaco Cateno De Luca con la quale fino al 23 gennaio è stata sospesa la didattica in presenza nelle scuole di tutto il territorio.

Dunque da domani, salvo altri colpi di scena, gli studenti della città dovranno tornare tra i banchi di scuola: a presentare l’istanza sono stati gli avvocati Armando Hyerace, Massimo Nicola Marchese e Aurelio Rundo Sotera.

Le motivazioni 

Il Tribunale Amministrativo accoglie nei termini la richiesta di tutela cautelare monocratica e, per l’effetto, sospende l’ordinanza contingibile e urgente del Comune di Messina n. 311 in data 9 gennaio 2022 sino alla decisione collegiale. L’udienza è stata fissata per il prossimo 9 febbraio 2022.

Secondo la sentenza non ci sarebbe spazio per un provvedimento di origine sindacale, con ordinanza, in quanto tutto è già stato predisposto dal Governo centrale che ha diffuso le direttive da seguire in caso di contagi a seconda della classe in questione e di altri parametri, seguendo la linea già tracciata dal decreto del TAR della Campania, sezione V, del 10 Gennaio scorso, sulla decisione del Governatore Vincenzo De Luca.

Secondo il TAR “non è possibile una chiusura generalizzata delle scuole, dovendo intervenirsi in modo puntuale e specifico in relazione ad ogni singola classe mediante quanto previsto nel citato art. 4. Inoltre l’indice di contagio nel Comune di Messina (887,4 su 100.000 abitanti) risulta analogo e in alcuni casi inferiore a quello riscontrato nel periodo 22-28 dicembre in altre Regioni italiane e, comunque, il Comune di Messina è, allo stato, ancora “zona gialla”.