18 Dicembre 2021 Giudiziaria

Messina: Tentata concussione per lavori al Policlinico: arrestato architetto

Una tangente nella gestione dell’emergenza Covid. Trentacinquemila euro chiesti in cambio dell’approvazione di una variante per i lavori di realizzazione di 16 posti di terapia intensiva del Policlinico «G. Martino» di Messina, finanziati dall’ufficio del commissario delegato per l’emergenza Covid della Regione Siciliana. La richiesta di denaro è rimasta inevasa solo perché il procuratore speciale della ditta incaricata di realizzare l’opera ha denunciato alla magistratura, e sono scattate le manette. Con l’accusa di tentata concussione i carabinieri della compagnia di Gravina di Catania hanno arrestato in flagranza di reato l’architetto Daniele Inserra, direttore dei lavori del progetto: è accusato di avere avanzato insistenti richieste ‘concussive’ nei confronti della ditta Leil Costruzioni, srl di Partinico (Palermo).