22 Dicembre 2021 Giudiziaria

PROROGA DELLE INDAGINI PER LA MORTE DEL NOSTROMO PULEO. IN ATTESA DELLA CONSULENZA MEDICO LEGALE

Deve ancora essere depositata la consulenza del medico legale Daniela sapienza, incaricato dalla Procura di stabilire la causa della morte di Gaetano Puleo, morto il 24 febbraio di quest’anno al molo Norimberga dove era impegnato nelle operazioni di attracco della nave traghetto Elio. La famiglia attende una svolta nell’inchiesta penale.

“Siamo stati informati che c’è stata un richiesta di proroga delle indagini”, spiegano gli avvocati Claudio Calabrò e Francesco Rizzo, legali della famiglia del nostromo.

Il fascicolo è affidato al sostituto procuratore Roberto Conte. Due gli iscritti nel registro degli indagati: la società Caronte & Tourist Spa, proprietaria della nave Elio, e il comandante Giuseppe Cama. I primi accertamenti indicarono subito che il nostromo è stato stroncato da una profonda ferita al cranio e non per annegamento. Ma senza il deposito ufficiale delle consulenze l’inchiesta non può procedere.