23 Dicembre 2021 Attualità

Presentata oggi alla cittadinanza la prima vettura tranviaria ristrutturata

Oggi, giovedì 23 a Piazza Cairoli, il Sindaco di Messina, Cateno De Luca, e il Presidente di ATM S.p.A., Giuseppe Campagna, hanno svelato la prima vettura tranviaria completamente rinnovata sia dal punto di vista meccanico che estetico. Salta subito all’occhio la nuova livrea dedicata alla città di Messina e al suo stemma civico. Al momento inaugurale hanno preso parte tra gli altri, i componenti il CdA e rappresentanti dell’Azienda Trasporti Messina, gli Assessori con delega alla Mobilità Urbana, Salvatore Mondello, ai Rapporti con ATM, Francesco Gallo, e alla Protezione Civile, Massimiliano Minutoli, e i rappresentanti dei sindacati e delle associazioni di categoria. “Questa vettura tranviaria, ammodernata in tutte le sue componenti, rappresenta motivo di orgoglio per ATM S.p.A.. il risultato è stato ottenuto grazie ad una gestione strategica e ad un lavoro sinergico e di squadra tra il management societario e gli Assessori competenti per delega, Mondello e Gallo. La società oggi è cresciuta proiettandosi al futuro e vogliosa di investire sul tessuto sociale di Messina migliorando la propria sostenibile ambientale. A tal fine, l’integrazione tra la mobilità su gomma con quella su ferro, privilegiando soluzioni che utilizzano fonti di energia pulita, un parco mezzi rinnovato e un incremento delle risorse umane, sono i fattori che possono concorrere a rendere la nostra Città meno inquinata e più vivibile”, ha detto il Sindaco De Luca.  Il revamping è consistito in una dettagliata attività di ricostruzione e di riqualificazione della parte elettrica, elettronica e meccanica unitamente ad interventi di ammodernamento di tutti i dispositivi di sicurezza. “Siamo felicissimi, in occasione delle festività, di regalare alla città questo mezzo completamente rinnovato. Il nuovo tram – ha evidenziato il Presidente di Atm Campagna – non è soltanto caratterizzato da un design accattivante ma è anche totalmente nuovo nella parte meccanica. Dopo anni di abbandono e di vetture cannibalizzate adesso finalmente inizieremo gradualmente a riavere un servizio tramviario degno di questo nome che porterà ad un altro livello il trasporto pubblico urbano soprattutto nel centro città. Questo è solo il primo di 15 tram che verranno completamente rinnovati nel corso dei prossimi mesi ed entro il 2023 si avrà una completa rivoluzione del sistema di trasporto su rotaia. I lavori sono stati finanziati grazie ai Fondi FSC «Cura del Ferro» per un totale di 6.790.000,00 euro. La rivoluzione si completerà – ha concluso Campagna – nel 2025 con i lavori previsti per il riammodernamento della rete per una migliore integrazione con il tessuto urbano ed un investimento complessivo di quasi 30 milioni di euro”.