IL PD E IL PROGRAMMINO di Claudio Fava

11 marzo 2008 Inchieste/Giudiziaria

Il Partito Democratico ha deciso di darsi un suo programmino siciliano e ne ha affidato la stesura al magnifico rettore dell`università  di Enna Salvo Andò. Che ha scelto come incipit il logoro riferimento ai professionisti dell`antimafia. “Ogni processo di trasformazione sociale – scrive il Magnifico – rischia di impantanarsi se si propone il tema della mafia come esercizio violento del potere dell`antimafia come professione, nei termini in cui lo poneva Leonardo Sciascia”. Ma c`era proprio bisogno di fondare un nuovo partito per tirar fuori  dal fondo del barile espressioni come esercizio violento del potere dell`antimafia? Bastava andarsi a rileggere la relazione del senatore Andreotti all`ultimo congresso della DC a Palermo.