PONTE SULLO STRETTO: IL MINISTRO MATTEOLI CONFERMA LA DATA DEL 23 DICEMBRE PER L'INIZIO DEI LAVORI. 'IL PONTE ALLO STATO NON COSTERA' NULLA'…

10 dicembre 2009 Mondo News

“L’ho detto mille volte, il ponte sullo stretto di Messina in se’ non costa una lira allo Stato, perche’ viene realizzato grazie al mercato in Projet financing”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, a margine delle celebrazioni per la ‘Giornata del cantoniere’. “Lo Stato spende per le opere propedeutiche – ha aggiunto il ministro – che sono opere necessarie a prescindere dal ponte”. Matteoli ha quindi confermato la data del 23 dicembre per l’inizio dei lavori. Dopo l’inaugurazione, ha sottolineato Matteoli, “faremo delle opere che sono utili alla difesa del territorio. Tantoche’ se fossero state realizzate prima forse tanti danni dell’alluvione di Messina avrebbero avuto un impatto meno grave”.

L’Anas: costa di più una linea di metro

“Prevediamo un investimento di circa sei miliardi di euro, si tratta di un’importante opera infrastrutturale, ma non e’ certo la piu’ costosa in cui e’ impegnato il sistema italiano”. Lo ha detto il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, parlando del Ponte sullo Stretto di Messina, a margine delle celebrazioni per la ‘Giornata del cantoniere’. “Tanto per fare un esempio – ha aggiunto – una linea di metropolitana a Roma o il Mose hanno un costo comparabile”. Inoltre, Ciucci, ha ribadito che l’apertura al traffico del Ponte e’ prevista per il 2016-2017. Il presidente dell’Anas ha spiegato che “il Ponte viene realizzato secondo il Project financing, calibrato sulle caratteristiche di quest’opera, in modo da recuperare l’investimento”. Un recupero che, Ciucci ha spiegato, avverra’ “attraverso pedaggi sia stradali che ferroviari, con costi uguali a quelli dei traghetti odierni”. E ha aggiunto: “Un esempio che stiamo seguendo e’ quello dell’autostrada del Sole: delle concessioni autostradali che ci hanno dato un sistema all’avanguardia senza oneri per lo Stato”.

Il popolo viola contro il Ponte

Il “popolo viola”, protagonista sabato scorso a Roma della manifestazione contro il governo Berlusconi, aderisce alla manifestazione del 19 dicembre prossimo, a Villa San Giovanni, contro la realizzazione del ponte sullo Stretto. “Dopo l’iniziativa di sabato – si legge in una nota stampa – e’ una logica conseguenza l’adesione del popolo viola alla manifestazione “No ponte che si terra’ il 19 dicembre a Villa San Giovanni. Il popolo viola garantisce tutto l’aiuto possibile nella diffusione della notizia nei suoi canali privilegiati (il web con particolare riferimento a Facebook ed ai blog), nei massmedia tradizionali ed in tutti quei canali che i comitati locali vorranno inventare a supporto della mobilitazione”.