SONIA ALFANO (IDV): SOLIDARIETA' A GIP FORLEO, SI FACCIA SUBITO CHIAREZZA SU ATTENTATO

5 gennaio 2011 Mondo News

“Spero che si faccia immediatamente luce su questo ennesimo episodio oscuro che ha coinvolto il giudice Clementina Forleo. Nonostante sembri che il destinatario dell’intimidazione fosse un imprenditore agricolo che da due anni aveva in locazione l’immobile e che sempre la scorsa notte ha subito l’incendio della sua azienda a Manduria, spero che si possa presto escludere ogni collegamento con il gip che dal 2010 è stata incredibilmente privata, per decisione del prefetto di Cremona, della tutela da parte delle forze dell’ordine”. Lo ha detto Sonia Alfano, parlamentare europeo dell’Italia dei Valori e responsabile del dipartimento antimafia del partito, commentando la notizia dell’incendio che la notte scorsa ha devastato la villa di proprietà del giudice sulla strada tra Francavilla Fontana e Sava. Nel 2005 entrambi i genitori della giudice Forleo persero la vita in un incidente stradale, e il 3 dicembre 2009 il gip di Cremona era rimasto vittima di un grave incidente automobilistico, anch’esso circondato da alcuni aspetti poco chiari. “Ancora oggi mi chiedo come si possa lasciare senza la minima tutela una donna che da sola ha affrontato il progetto criminale del Bpi di scalata alla banca Antonveneta, sulla quale c’erano interessi enormi e che ha rovinato l’immagine di quelli che prima – ha sottolineato – passavano per grandi politici. Anche se l’incendio della scorsa notte non dovesse avere nulla a che fare con l’attività della Forleo – ha concluso l’europarlamentare – saremmo tutti più tranquilli se le venisse restituita la scorta”.