LE DIMISSIONI DI GERONZI – QUELL'ULTIMA INTERVISTA DI DUE MESI FA COSTATA CARA…: Generali potrebbe investire sul Ponte sullo Stretto di Messina

6 aprile 2011 Mondo News

OGGI LE DIMISSIONI DI GERONZI: L’intervista di febbraio al Financial Times con l’ipotesi di investimenti delle Generali nel Ponte sullo Stretto di Messina e nelle banche lo ha allontanato da management e azionisti della compagnia. In primo luogo Mediobanca, che ha nel consiglio di amministrazione i massimi rappresentanti del suo management, memori degli scontri milanesi con Geronzi e con le sue logiche così diverse da quelle storiche di Piazzetta Cuccia. La forza delle relazioni messa davanti al primato della redditività questa volta si è scontrata con la storia delle Generali, con un mercato insensibile se non negativo, e con azionisti impegnati nella costruzione di scenari diversi.

L’INTERVISTA DI FEBBRAIO
Generali pensa a nuovi investimenti nelle banche italiane, non esclude interventi in grandi progetti infrastrutturali come il Ponte sullo Stretto di Messina e ritiene che sia un «obiettivo fondamentale» la crescita in Sud America dove sono all’esame «alcune opportunita». Il presidente del Leone, Cesare Geronzi, in un’intervista al Financial Times, ragiona a tutto tondo sulla compagnia assicurativa e le sue possibili mosse tornando tra l’altro a respingere come «fuori questione» ogni ipotesi di fusione tra Mediobanca e Generali. Sul fronte delle grandi opere pubbliche, «potrebbe prendere in considerazione il sostegno a progetti infrastrutturali del governo, come il tanto decantato ponte in Sicilia», afferma poi stando alla sintesi del Financial Times. In Generali, spiega poi il banchiere, «dobbiamo migliorare la redditività» e i recenti interventi nella governane sono stati assunti per «consolidare un processo decisionale collettivo e operare con maggior efficienza ed efficacia». Viene invece escluso chiaramente un possibile ruolo attivo nel consolidamento del sistema finanziario italiano, visto che passano per Generali — nota il Financial Times — snodi importanti in Intesa Sanpaolo, Rcs Media-Group e Telecom Italia.