MESSINA, LA SCOMPARSA DELL'IMPRENDITORE MAURIZIO RUSSO: ALTRO DRAMMA IN CASA, MUORE IL PADRE DELLO SCOMPARSO

13 aprile 2011 Cronaca di Messina

Un grave lutto ha colpito la famiglia di Maurizio Russo, l’imprenditore ionico di cui non si hanno più notizie dalla scorso 24 marzo. E’ morto all’età di 83 anni, Giuseppe Russo, padre dello scomparso. Probabilmente non ha retto alla tensione, alla sofferenza, all’angoscia di queste settimane. I funerali si sono svolti ieri pomeriggio a Trappitello. È l’ennesimo dramma che si abbatte su una famiglia che sta vivendo un momento davvero difficile, ed attorno a cui si stringono in queste ore tanti taorminesi. Le indagini, nel frattempo, continuano ma la sospirata svolta non arriva e non certo per colpa degli investigatori che non si stanno risparmiando. Sono ancora in corso le indagini sui tabulati telefonici del costruttore ma c’è stretto riserbo tra gli inquirenti. Maurizio sembra svanito nel nulla e con lui anche il furgone grigio-verde Caddy Wolkswagen (targa DY428CM). Le tre settimane trascorse dalla scomparsa e le dinamiche hanno pressoché definitivamente allontanato voci e sospetti di chi in un primo momento aveva pensato ad un gesto estremo o forse un allontanamento volontario. Anche la moglie Loredana aveva, d’altronde, subito escluso che dietro questo mistero potessero esserci quelle ipotesi. «Non ho un’idea precisa di cosa sia accaduto – aveva affermato la donna – Maurizio è arrivato alle 13.30 a casa, abbiamo pranzato insieme. Alle 14.30 è uscito, mi ha detto che aveva un appuntamento di lavoro e ci saremmo visti la sera. Aveva delle preoccupazioni di lavoro ma nient’altro». Del furgone di Maurizio, come detto, non c’è nessuna traccia, e sin qui vani sono stati anche gli appelli lanciati a coloro i quali potrebbero dare informazioni sulla sorte dell’imprenditore. Vengono monitorati, intanto, i vari appalti e lavori nei quali era impegnato quest’onesto e stimato imprenditore edile. Ma uno snodo cruciale sembrano i movimenti compiuti già in mattinata da Russo, ed in particolare il fatto che da Taormina ha preso l’autostrada ed è uscito al casello di Fiumefreddo. Da quello stesso casello è rientrato poco dopo in direzione Taormina. Si cerca di capire se Maurizio Russo chi ha incontrato e quale fosse il motivo di quel faccia a faccia. Emanuele Cammaroto – GDS