Incidente a un caccia F16 degli Emirati Arabi Uniti in fase di atterraggio nella base siciliana di Sigonella. Il pilota si è lanciato con il paracadute quando il velivolo era già a terra. Non avrebbe riportato conseguenze

27 aprile 2011 Mondo News

CATANIA – Un incidente si è verificato a un caccia F16 degli Emirati Arabi Uniti in fase di atterraggio nella base siciliana di Sigonella: l’aereo – a disposizione della Nato per le operazioni militari in Libia – è uscito di pista e il pilota si è lanciato con il paracadute quando il velivolo era già a terra. Non avrebbe riportato conseguenze. Il caccia F16 proveniva dalla base di Decimomannu, in Sardegna, dove sono rischierati gli aerei degli Emirati insieme a quelli spagnoli e olandesi. L’aeroporto di Sigonella è stato temporaneamente chiuso e il traffico operativo dirottato a Trapani Birgi. Secondo quanto si è appreso, l’incidente è avvenuto intorno alle 11.20 e il pilota è rimasto illeso. L’aereo sarebbe arrivato ‘lungo’ nella parte della pista in cui opera il 41/mo stormo Antisom dell’aviazione militare italiana. Sono ancora in corso le operazioni per spostare l’F16 dalla pista, e ripristinare la piena funzionalità dell’aeroporto militare di Sigonella.