MESSINA: IL PROCESSO SUL LABORATORIO "CONTESO" DI SCALETTA ZANCLEA. SENTITI DUE INVESTIGATORI

7 Ottobre 2011 Cronaca di Messina

Udienza transitoria ieri in una tranche del processo sul laboratorio conteso di Scaletta Zanclea, che si avvia comunque verso la conclusione. Ieri sono stati esaminati due testimoni, l’agente di polizia Scaglione e il carabiniere Bongiorno, che hanno riferito in merito all’incendio di due autovetture. Alla prossima udienza saranno esaminate le parti civili. Questa tranche del processo vede imputati Giuseppe Marchiafava, difeso dall’avvocato Igor Bitto, e Nunzio De Salvo, assistito dall’avvocato Maria Lembo. Le parti civili sono invece rappresentate dagli avvocati Ettore Cappuccio e Antonino La Malfa. Prossima udienza fissata per il 1. dicembre.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione