MILAZZO: Muore a Torino travolta da un'ambulanza Anna Cutropia, 71 anni. Abitava col marito Carmelo La Malfa in via Tukory

4 gennaio 2012 Cronaca di Messina

Aveva trascorso assieme al marito il periodo di festività natalizie dal figlio a Torino. Il destino beffardo l’ha privata della vita ieri mattina poco dopo le 10,30 quando un’ambulanza privata l’ha centrata in pieno in corso Unione Sovietica. Anna Cutropia, 71 anni è morta ieri mattina nella città piemontese, per le gravi ferite riportate. Vano è stato il tentativo di soccorso prestato da un’altra ambulanza del 118 che dopo qualche minuto è giunta nella zona. Il cuore della pensionata milazzese si è fermata quasi subito. Una tragedia che ha scosso fortemente l’intero quartiere torinese di Sebastopoli, una zona periferica della città, dove vive il figlio della vittima, Giuseppe La Malfa, che – secondo quanto si è appreso – è un militare dell’Esercito proprio in Piemonte. Ma soprattutto una tragedia che ha gettato nella disperazione i familiari di Anna Cutropia, il marito Carmelo La Malfa, 78 anni, pensionato e un’altra figlia che vive in Sicilia, nella Piana di Milazzo. Non si danno pace i congiunti per un incidente dalla dinamica peraltro ancora poco chiara. Toccherà agli agenti della polizia municipale, intervenuti sul posto, cercare di chiarire le cause del fatale impatto tra l’ambulanza del servizio privato “Arcobaleno” e la donna. Secondo quanto sin qui emerso, Anna Cutropia, ieri mattina era uscita di casa per andare a fare la spesa. Aveva deciso di comprare della frutta e della verdura e per questo si era recata al mercato rionale. Acquistata la merce, a quanto pare stava tornando a casa. Giunta in prossimità dell’incrocio tra corso Unione Sovietica e corso Sebastopoli avrebbe cercato forse – anche questo particolare è in fase di approfondimento – di attraversare la strada quando improvvisamente è stata travolta dall’ambulanza. Un impatto violento avvenuto sotto gli occhi di numerosi automobilisti e pedoni. L’autista dell’ambulanza ha arrestato la corsa del mezzo e subito si è cercato di prestare soccorso, ma la donna nonostante le cure immediate è deceduta. La zona interessata dall’incidente è stata chiusa al traffico per consentire i rilievi. Il magistrato ha disposto l’esame autoptico sul cadavere. Subito dopo la salma sarà trasferita a Milazzo per la celebrazione dei funerali. La notizia della morte di Anna Cutropia si è diffusa solo in tarda serata a Milazzo e molti dei condomini del palazzo dove la famiglia La Malfa vive, in via Tukory, in uno degli stabili del complesso “Verde mare”, sono rimasti sgomenti nell’apprendere della tragedia. «Non li vedevamo da un paio di mesi – hanno detto alcuni vicini di casa – e non sapevamo, se da allora fossero stati a Torino o dalla figlia che vive nella frazione Santa Marina. L’appartamento è chiuso e anche la loro macchina è coperta con un telo come se non dovesse essere utilizzata per un certo tempo». «Ma come è successo? – chiede una vicina – Povera signora, era una brava donna, molto legata alla famiglia ed in particolare ai figli». Per un’altra signora che abita nel palazzo adiacente «forse la partenza per il Piemonte era stata dettata da ragioni di natura sanitaria». Dubbi, interrogativi, ormai vani, di fronte ad una fine che sicuramente Anna Cutropia non meritava. Giovanni Petrungaro – GDS