CIUCCI E LE SUE SOLITE DICHIARAZIONI: Il Ponte opera meravigliosa, ma chi decide è il Governo

17 aprile 2012 Mondo News

Caltanissetta – «L’Anas è la prima stazione appaltante in Italia. Il totale di investimenti complessivi per lavori realizzati, in corso e programmati tra rete in gestione diretta e in concessione nella Regione Siciliana, dal 2006 a oggi, è pari a oltre 7,6 miliardi di euro, dei quali 7,4 sulla rete in gestione diretta». Nel corso del suo intervento a Caltanissetta, l’amministratore unico della società, Pietro Ciucci, ha ricordato poi che l’Anas in Sicilia gestisce direttamente una rete stradale e autostradale di 4.100 chilometri, pari al 20% della rete di interesse nazionale, a cui deve aggiungersi la rete autostradale in concessione per circa 300 km». «L’importo dei lavori ultimati nello stesso periodo – ha aggiunto – è stato di circa 870 milioni di euro, compreso il tratto Agrigento-Caltanissetta aperto ora. Sulla sola rete in gestione diretta, gli investimenti in corso nella regione ammontano ad oltre 2,2 miliardi, mentre quelli di prossimo avvio sono pari a circa 930 milioni; i lavori programmati valgono complessivamente oltre 3,4 miliardi». Poi un accenno al ponte sullo Stretto: «Un’opera meravigliosa, ma le priorità sulle opere le decide il governo. Il ponte è un grande progetto che speriamo di poter fare e noi stiamo tecnicamente procedendo per approvare il progetto definitivo, ma la decisione sulle priorità spettano al governo. Ci piacerebbe tanto fare l’opera perchè sarebbe importante per il territorio». Tornando alla Ss 640, per Ciucci la strada «riveste una particolare valenza strategica in quanto da un lato assicura la connessione del territorio centro-meridionale della Sicilia all’anello delle principali infrastrutture stradali e dall’altro assicura il collegamento tra porti di interesse nazionale e regionale quali Porto Empedocle, Palermo e Catania». «Il ruolo che l’infrastruttura svolge per lo sviluppo economico della zona – ha proseguito – è pertanto di fondamentale importanza sia in relazione agli scambi commerciali. (l. l.)