MESSINA, IL CASO: Il gup di Lecco, Paolo Salvatore, ha prosciolto gli agenti della Dia di Messina che avevano filtrato il "nastro Bottari"

9 novembre 2012 Cronaca di Messina

IL GUP DI LECCO, PAOLO SALVATORE, HA DICHIARATO IL NON LUOGO A PROCEDERE NEI CONFRONTI DI SANTO DAVI’ E MICHELE PUZZO PER ESSERE I REATI LORO CONTESTATI AL CAPO 1 ESTINTI PER INTERVENUTA PRESCRIZIONE. INOLTRE HA DECISO IL NON LUOGO A PROCEDERE NEI CONFRONTI DI GEROLAMO BROCCIO, SANTO DAVI’, FRANCESCO MIRODDI, MICHELE PUZZO, GIOVANNI PIRINOLI E ALDO FUSCO IN ORDINE AI REATI LORO ASCRITTI AI CAPI 2, 3, 4 E 5 PERCHE’ IL FATTO NON SUSSISTE.