Procuratore di Palermo: Fuga di notizie. Accertamenti su Messineo? La procura nissena ha aperto un fascicolo per accertare l'esistenza di una presunta fuga di notizie che coinvolgerebbe il procuratore di Palermo Francesco Messineo su un'inchiesta a carico di un importante istituto di credito

7 dicembre 2012 Mondo News

La procura nissena ha aperto un fascicolo per accertare l’esistenza di una presunta fuga di notizie che coinvolgerebbe il procuratore di Palermo Francesco Messineo su un’inchiesta a carico di un importante istituto di credito. Il fascicolo, come scrivono alcuni quotidiani, sarebbe stato iscritto a ‘modello 45’, non un’inchiesta vera e propria, ma accertamenti per verificare se ci siano estremi di reato. Messineo sarebbe stato casualmente intercettato da un suo pm, che stava indagando sulla banca, mentre parlava con un indagato.

“Non ho alcuna informazione. Dell’indagine di Caltanissetta non so nulla”. Così il procuratore di Palermo, Francesco Messineo ha commentato la notizia.

Secondo fonti investigative, nel corso della telefonata Messineo, che si era prima informato dell’indagine col suo sostituto, avrebbe detto al suo interlocutore che erano emerse delle cose e che sarebbe stato necessario parlarne a voce. Secondo quanto si apprende, il procuratore avrebbe poi visto l’interlocutore che successivamente intercettato al telefono con una terza persona avrebbe mostrato di sapere particolari sull’indagine. Della vicenda è stato informato Antonio Ingroia, all’epoca dei fatti procuratore aggiunto, che ha trasmesso tutto alla Procura di Caltanissetta competente per le indagini sui magistrati di Palermo. I pm nisseni hanno sentito il sostituto palermitano titolare dell’inchiesta sulla banca. (ANSA)