MESSINA, OP. COCCODRILLO: Chiesto rinvio a giudizio per 46 persone

11 gennaio 2013 Cronaca di Messina

Il sostituto procuratore della Dda, Giuseppe Verzera, ha chiesto il rinvio a giudizio per le 46 persone indagate nell’operazione antidroga denominata “Coccodrillo”. Le indagini dei Carabinieri hanno consentito di smantellare due grosse organizzazioni criminali che trafficavano in droga con i clan palermitani e della locride. A Messina giungevano fiumi di cocaina, hashish e marijuana. Un gruppo operava con i clan palermitani, l’altro, invece, operava sul versante tirrenico della provincia in particolare a Mistretta, Santo Stefano Camastra, Villafranca, Rometta e Patti.L’organizzazione messinese, capeggiata da Angelo Cannavò acquistava marijuana in provincia di Reggio Calabria e la cocaina e l’ hashish nel palermitano. Il clan della provincia era invece capeggiato dal croato Emil Skenderovic, 28 anni residente a Capo d’Orlando e da Francesco Cotugno, 25 anni di Mistretta. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati circa 14 chili di marijuana ed hashish